Il nuovo Romanzo di Caterina Civallero

un viaggio
una storia
che coinvolge
nel profondo

“Riscopri la bellezza della rinascita personale attraverso le parole che cambieranno la tua vita per sempre”.

quando piove

sui fiori

Caterina Civallero, autrice acclamata di romanzi e saggi, arricchisce la saga della Famiglia Millot con una nuova emozionante avventura. In questo nuovo libro Amélie Millot Dubois, cugina di Hélène Millot la protagonista di ‘CERTE COSE CAPITANO SOLO A TE’ (2020), si immerge in una straordinaria odissea interiore capace di trasformare l’immagine che ha di sé stessa. Lasciati catturare dalla magia delle sue intuizioni e scopri come gestisce i dilemmi, mentre l’autrice ti guida attraverso un viaggio indimenticabile nei mari del Nord.

Equilibri Orbassano (To) – 
L’Arco Nuovo Moncalieri (To) – 
Panassi Mondadori Giaveno (To) – 
Panassi Mondadori Rivoli (To) – 
Parole di Luna Palermo (Pa) – 
Il labirinto Mondadori Stintino (SS) – 
Il labirinto Mondadori Alghero (SS) – 

Amélie Millot Dubois dirige la prestigiosa casa editrice di famiglia nonostante gli ardenti screzi con la madre; a bordo di una lussuosa nave da crociera diretta a San Pietroburgo si renderà conto che il romanzo che ha portato con sé contiene una storia avvincente che la coinvolgerà nel profondo. Fra le pagine del dattiloscritto troverà le vicende di un uomo anziano alle prese con la propria coscienza. Fermamente convinta che l’amore non esista e che la famiglia sia una pentola in cui si cuoce a fuoco lento il tempo che ci è dato da vivere, Amélie scoprirà che le proprie vicissitudini si intrecciano alla perfezione con il personaggio incontrato in quei fogli, che lei divorerà come se fossero il suo nutrimento più sacro. Ogni capitolo le mostrerà la tormentata storia d’amore che Paweł Lewandowski ha vissuto ottant’anni prima amando Christiane Zich, e parallelamente alla lettura prenderà vita un insospettabile viaggio interiore che spingerà Amélie a valutare la possibilità di una pacificazione con quella parte di sé che chiede riscatto da sempre. Le loro vite così differenti sapranno toccarsi nonostante la distanza temporale grazie alla figura di Eliasz, il giovane prete che accoglierà amorevolmente le confessioni del vecchio. Affascinata dalla trama avvincente che le ruberà il sonno, ogni giorno Amélie scenderà a terra per visitare una città diversa, nove in totale, e ogni volta si troverà a fare i conti con la sua mania.
«Il travestitismo, o cross-dressing, coinvolge molti aspetti del soggetto che ne soffre e si manifesta con una gamma molto ampia di sintomi» aveva tentato di spiegarle lo psicologo che l’aveva avuta in cura quando i suoi genitori, Rose e Joseph, avevano scoperto un arsenale di abiti e parrucche nella sua camera.
Era stato inutile cercare di convincere il professionista che le sue non erano ossessioni maniacali e lo stesso esito ebbero successivamente le visite con gli altri colleghi. A partire dall’adolescenza fu esaminata come un reperto archeologico e quando, per convincerla della gravità della situazione, tirarono fuori il termine di 
parafilia, Amélie ricevette la conferma che quei professionisti erano seriamente intenzionati a etichettarla, dimostrando inequivocabilmente che erano loro ad aver bisogno di una terapia!
Le figure di contorno dello storytelling, che valorizzano e descrivono la figura di Amélie e del suo fantastico mondo, costruiranno
 la vera trama del romanzo che si sviluppa su due livelli amabilmente coordinati.
La doppia trama, coinvolgente e ben articolata, si fonderà alla perfezione fornendo gli strategici indizi di un appassionato finale a sorpresa, come ci si aspetterebbe da un testo così ricco di avvenimenti.

“Scopri il potere del destino nel romanzo che unisce due epoche e due vite, in un’unica avventura emozionante!”