©2019 by Caterina Civallero. Proudly created with Wix.com

Caterina Civallero Autrice

La passione di scrivere ...la curiosità di leggere 

Caterina Civallero ti da il Benvenuto nel suo blog di scrittura senza pubblicità, pronto per essere scoperto e apprezzato condiviso. Scrivere nutre la mia vita e mi piace l'idea di sperimentare le mie passioni riflessioni e ricerche con chi ama leggere documentarsi ipotizzare scoprire. Continua a leggere e divertiti.

Matite
 
 
 
concetto di globalizzazione
 
Cerca
  • caterinacivallero

LA PRIMAVERA delle DONNE

Aggiornato il: mar 20

Dedico questo articolo augurale alle Dieci Donne che, armate di un filo di seta, sognavano di pubblicare il racconto del cuore: "Avete creduto nelle vostre capacità e voluto fortemente realizzare un progetto che, anche se aveva il sapore dell'impossibile, ci siete 'passate sopra' con l'innocenza dei fanciulli e avete perseverato tenacemente arrivando a pubblicare DONNE e un filo di Seta, dal Social al Libro, un'opera scritta a venti mani in soli quaranta giorni. Siete riuscite a cucire insieme i dieci racconti che contengono l'essenza della vostra vita dimostrando, a tutti, che certi strappi si possono riparare per tornare a essere forti e liberi.

Rosanna Fabbricatore, Eleonora Barile, Eliana Cantaro, Antonella Cappelletto, Chiara De Santo, Rachele Manzoni, Emma Marzi, Romina Rizzo, Rita Rosta - Laura Salierno sono fiera di voi".

Caterina Civallero


Il risveglio della natura ci annuncia, di anno in anno, il suo poderoso messaggio di cambiamento e trasformazione. Prati campi e boschi si ricoprono di erbe e verdure dalle proprietà depurative. La natura offre, puntuale e premurosa come sempre, il giusto rimedio per metterci nella condizione di affrontare il risveglio con forza ed energia. A partire dai primi di Marzo lattughe selvatiche, carciofi, cardi, tarassaco, ravanelli e cicorie ci donano la grande opportunità didisintossicare il fegato appesantito dall'alimentazione ipercalorica, che ha sottolineato l’inverno e il periodo carnevalesco, consentendo al corpo di sintonizzarsi sui nuovi frizzanti ritmi stagionali. Nel mese di aprile e maggio scorpacciate di asparagi e fragole depurano pelle, reni e vescica, mentre rose, acacia e sambuco colorano i nostri piatti portando in tavola virtù benefiche per stomaco ed intestino.
I fiori della primavera sono i sogni dell’inverno raccontati, la mattina, al tavolo degli angeli. Khalil Gibran

PRIMAVERA E ASTROLOGIA


Nasce sotto il segno dell’Ariete la stagione più attesa dell’anno.

Scocca i l 20 marzo in coincidenza dell’equinozio di primavera, attraversa il segno del Toro dal 21 aprile al 20 maggio e termina il suo percorso raggiungendo il suo apice nel segno dei Gemelli, a giugno, in coincidenza con il solstizio d’estate.

All'inizio della primavera gli steli dei cereali nati in inverno rafforzano la loro struttura, le gemme su alberi e arbusti esplodono di vigore.

Lo sforzo che i nuovi germogli devono compiere per erompere dalle zolle, o dai rami, richiede aggressività e audacia, è necessaria tutta la forza di Marte (pianeta che governa il segno dell’Ariete), disprezzo del pericolo, impulsività e intensa fiducia del proprio Io.

Nel cuore della stagione primaverile la natura è condizionata dalla necessità di procreare. Simbolicamente la primavera è condizionata da un grande slancio verso la vita. Gli animali escono dalle tane, vanno in amore, gli uccellini preparano il nido e depongono le uova, e lo stesso fanno mammiferi, pesci, insetti. La spinta ormonale a incontrarsi spinge all'accoppiamento per garantire la conservazione della specie.

Poi il suo ritmo si fa più pacato, l’attività frenetica della fase di vegetazione cede il passo allo sbocciare dei fiori, api ed insetti impollinatori sono all'opera per garantire la fecondazione. Tutto è colorato e seducente, il messaggio della natura è ottimismo. L’Io si trasforma e assume con l’influsso di Venere (pianeta che governa il segno del Toro) un atteggiamento espansivo affettivo capace di assicurare il futuro delle proprie creature.

Al suo apice la natura ormai fecondata si concede una pausa.

Lo slancio creativo si concentra nella scoperta compiaciuta e quasi narcisistica dell’Io che prende forma nei frutti acerbi. Il contatto con la realtà circostante stimola curiosità intelligente e critica. Mercurio (pianeta che governa il segno dei Gemelli) comunica alle specie viventi un atteggiamento incosciente e spensierato.

L’Io, nella fase finale della primavera, è disponibile alla mobilità; la natura vivace e nervosa consente ai frutti di espandersi e di mutare costantemente con un atteggiamento seducente e smanioso.

Leggi Ricette di Primavera


101 visualizzazioni